Pagine di lingua e cultura dei Sinti Eftawagárja

a cura di
Sandro Horvath

 

 

Il termine Eftawagárja (quelli dei sette carri) deriva da sette "mitiche" coppie di Sinti che, secondo la leggenda, nei tempi antichi decisero di spostarsi dall'Egitto all'Europa. Quasi tutti i Sinti Eftawagárja vivono tra l'Austria e la Germania. In Italia essi vivono nelle regioni del nord est (ai confini con l'Austria). Se ne registra inoltre una modesta presenza anche nel resto del nord Italia (Veneto, Lombardia, Emilia Romagna) ed in misura minore in altre regioni.

Gli Eftawagárja erano famosi per la lavorazione del legno e le riparazione di mobili. Per questo essi erano conosciuti anche con il nome di Kaschtárja, (da kascht = legno).

La lingua dei Sinti Eftawagárja pur essendo ascrivibile alla famiglia gadschkano-manouche presenta caratteristiche specifiche soprattutto per il suo lessico. Quest'ultimo infatti è caratterizzato sia da imprestiti tedeschi che slavi, oltre a termini di origine ungherese e termini derivanti da forme dialettali austriache e italiane (nord est).

 

 

Sandro Horvath
sinto eftawagari originario di Villach (Austria),
curatore delle pagine di questa sezione